Regione Veneto

Distretto del commercio

Dal 2018, il Comune di Valdobbiadene ha iniziato un percorso finalizzato a potenziare e valorizzare il ruolo della rete commerciale, distribuita nelle aree urbane del capoluogo e della frazione di Bigolino, per allinearla ai livelli di attrattività complessiva che il territorio comunale ha conquistato grazie agli asset primari che lo identificano a livello internazionale, attestato dal riconoscimento del 7 luglio 2019  a patrimonio dell’Umanità delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene.
Il primo step di questo processo è avvenuto con la sottoscrizione dell’Accordo di Partenariato, firmato l’11 aprile del 2019, a sostegno della domanda di riconoscimento del Distretto Urbano del Commercio (DUC), in cui è stata definita la strategia per affrontare i temi e le problematiche legate alla gestione degli spazi urbani e, più in particolare, ai luoghi del commercio. L’obiettivo era di dare risposte concrete a questioni che concorrono a regolare la vita della comunità e lo sviluppo delle imprese, attraverso il coinvolgimento unitario degli attori locali interessati alla promozione del territorio.
Alla scadenza del 30 Aprile 2019, il Comune di Valdobbiadene ha presentato in Regione Veneto la domanda di riconoscimento del Distretto, nella convinzione che il modello di sviluppo del settore del commercio costituisse un’opportunità concreta di attivazione di politiche attive pubbliche e private per la promozione della comunità locale.
Il Distretto del Commercio “Valdobbiadene nel Cuore” è stato riconosciuto dalla Regione Veneto con Delibera di Giunta n.1232 del 20 agosto 2019. 
Oltre alle funzioni puramente economiche, il commercio svolge anche importanti funzioni sociali. Un vivace tessuto commerciale spesso funge anche da centro culturale di una comunità, con svolgimento di un’importante funzione in termini di coesione. I negozi, le attività di somministrazione di alimenti e bevande, le attività di servizi alla persona rappresentano un elemento vitale per i centri urbani ed inibiscono il crescente problema della desertificazione urbana. Il commercio in senso ampio compie inoltre un’importante funzione socio-economica in quanto costituisce una piattaforma di incontri, comunicazioni, rapporti sociali e, più in generale, di interazione fra i consumatori. Per molti, particolarmente gli anziani o le persone sole, i negozi e in particolare i piccoli negozi di vicinato, possono costituire la sola fonte di contatti regolari e di conversazione con gli altri e con il mondo esterno. La recente emergenza pandemica, con i suoi vari lockdown, ha enormemente risaltato questa funzione. In questi periodi, l’unico momento di contatto sociale è stata la spesa nel nostro negozio di prossimità per “sfuggire ed evadere dalle quattro mura domestiche” in cui forzatamente abbiamo dovuto ripararci per difenderci dal virus.
A fronte di questo ruolo centrale che il commercio mantiene nelle aree urbane del territorio di Valdobbiadene, è emersa la necessità di intervenire per ridare impulso alle attività locali e ai tradizionali negozi di vicinato, anche in vista del rilancio della vocazione turistica locale, legata al grande tematismo attrattivo delle colline e del vino.
Il Comune di Valdobbiadene ha progettato azioni per favorire e rilanciare le attività commerciali, rigenerare il tessuto urbano e sostenere la competitività delle sue polarità commerciali. In questa sua programmazione, ha colto l’opportunità offerta dal Bando della Giunta Regionale n. 1019 del 28/07/2021 per il finanziamento di progetti in favore dei Distretti del Commercio ed è stata ammessa a contributo. Il percorso continua.


Per informazioni:
Gigino Longo - manager di distretto - 3473979763
Presso la sede municipale ogni martedì dale 09.00 alle 12.00 
distretto.commercio@comune.valdobbiadene.tv.it
torna all'inizio del contenuto